Skip to content

La costruzione di una bibliografia adeguata per un protocollo clinico

Una bibliografia ben strutturata sostiene la validità scientifica del protocollo, facilita la revisione da parte dei comitati etici e degli enti regolatori, contribuendo alla credibilità dello studio clinico.

Picture of Federica D'Incà

Federica D'Incà

Medical Writing & Scientific Communication Executive
bibliografia per un protocollo clinico

La bibliografia di un protocollo clinico è una sezione fondamentale del documento che elenca tutte le fonti utilizzate per supportare le scelte metodologiche, scientifiche e cliniche dello studio.

La sua funzione principale è quella di dimostrare che il protocollo clinico è costruito su una solida base di conoscenze preesistenti, garantendo che le ipotesi e gli obiettivi dello studio siano ben giustificati e scientificamente validi. Inoltre, la bibliografia aiuta a sostenere le scelte metodologiche, come i criteri di inclusione ed esclusione dei partecipanti, i metodi di raccolta dei dati e le tecniche di analisi statistiche, assicurando che lo studio sia condotto in modo rigoroso, nonché la replicabilità e la trasparenza dello studio. La bibliografia serve infine a contestualizzare lo studio nel panorama clinico attuale, evidenziando come possa contribuire a colmare eventuali lacune esistenti e sottolineando la rilevanza e l’innovazione della ricerca.

La costruzione di una bibliografia per un protocollo clinico richiede un approccio sistematico e critico. Prima di iniziare a costruire una bibliografia, è fondamentale avere una chiara comprensione dell’obiettivo del protocollo clinico. Definire le domande di ricerca e gli obiettivi specifici dello studio guiderà la selezione delle fonti pertinenti e garantirà che la bibliografia sia focalizzata e rilevante.

Una volta definiti gli obiettivi, il passo successivo è l’identificazione delle fonti utili per la pianificazione e l’implementazione del protocollo, quali articoli di riviste peer-reviewed, libri di testo, studi precedenti, linee guida, manuali e altri materiali pertinenti. Questo è possibile attraverso un’accurata revisione della letteratura esistente, suddivisa in diverse fasi:

  • Identificazione delle parole chiave: determinare i termini di ricerca basati sugli obiettivi del protocollo clinico.
  • Selezione delle banche dati: l’accesso a fonti di alta qualità richiede l’utilizzo di banche dati scientifiche affidabili. Le principali banche dati includono PubMed, Embase, Cochrane Library e Scopus, ognuna con le proprie peculiarità. L’impiego di più banche dati garantisce una ricerca più esaustiva, consentendo di ottenere una visione più approfondita e accurata delle informazioni disponibili.
  • Selezione sulla base di criteri di inclusione ed esclusione: è necessario definire chiaramente i criteri per includere o escludere gli studi per garantire che le informazioni siano pertinenti e riflettano le più recenti conoscenze scientifiche e tecniche. Questi criteri possono basarsi su vari fattori, come la data di pubblicazione, il tipo di studio, la popolazione di pazienti considerata e altri aspetti rilevanti.
  • Valutazione critica delle fonti: gli aspetti da considerare per determinare l’affidabilità, la rilevanza e l’attualità delle fonti includono la metodologia dello studio, la dimensione del campione, la significatività statistica dei risultati, l’autorevolezza degli autori e la qualità complessiva della pubblicazione.

Una volta raccolte e valutate le fonti, è inoltre importante strutturare la bibliografia in modo logico e coerente, ad esempio suddividendo le fonti per temi o sezioni del protocollo, per agevolare la stesura e la consultazione del documento. Una bibliografia accurata e ben strutturata facilita la revisione del protocollo clinico da parte dei comitati etici e degli enti regolatori, fornendo le informazioni necessarie per valutare la validità scientifica, l’eticità e la sicurezza dello studio proposto.

Infine, alcuni consigli:

  • la costruzione della bibliografia non è un processo statico. È importante aggiornare regolarmente la bibliografia con le pubblicazioni più recenti e rilevanti per mantenere il protocollo clinicamente aggiornato.
  • l’utilizzo di software di gestione bibliografica, come EndNote, Mendeley o Zotero, può semplificare notevolmente il processo di costruzione della bibliografia, risparmiando tempo e riducendo il rischio di errori. Questi strumenti consentono di creare automaticamente bibliografie formattate secondo vari stili di citazione (ad esempio APA, MLA, Vancouver), importare, archiviare e organizzare le referenze, aggiungere annotazioni e collegare note alle fonti.
  • avvalersi del supporto di medical writers, può contribuire a garantire che la bibliografia sia completa, pertinente e accuratamente selezionata e velocizzare il processo di selezione delle fonti.

La costruzione di una bibliografia adeguata per un protocollo clinico richiede attenzione, rigore e una buona strategia organizzativa. Una bibliografia ben costruita non solo sostiene la validità scientifica del protocollo, ma fornisce anche una solida base di evidenze che può garantire l’approvazione regolatoria e il successo complessivo dello studio clinico. Investire tempo e risorse nella ricerca, valutazione e organizzazione delle fonti bibliografiche è essenziale per garantire la qualità e l’affidabilità del protocollo clinico.

Picture of Federica D'Incà

Federica D'Incà

Medical Writing & Scientific Communication Executive

I nostri servizi associati a questo tema

Iscriviti alla newsletter di Clariscience

Articoli consigliati

Un visual è un materiale visivo nato per fornire agli Informatori Scientifici del Farmaco (ISF) informazioni interessanti da presentare ai…
La bibliografia di un protocollo clinico ha la funzione di dimostrare che il protocollo clinico è costruito su una solida…
Considerando l’elevato numero di riviste scientifiche ad oggi disponibili, l’identificazione di un journal in cui sottomettere il proprio lavoro potrebbe…
Il controllo storico è un approccio statistico utilizzato nei clinical trial per confrontare i risultati di un nuovo trattamento con…

Desideri avere maggiori informazioni sui nostri servizi?

Invia la tua domanda per l’evento Q&A di Clariscience dedicato agli affari regolatori

Il 27 giugno alle 11:30 risponderemo alle tue domande in diretta

SERVIZI

Desideri avere maggiori informazioni sui nostri servizi.

ABOUT US

Corporate

Scopri quali sono i valori alla base della nostra azienda, l’ecosistema all’interno del quale operano le persone che lavorano con noi, l’approccio che adottiamo nel rapporto con il cliente e le iniziative liberali selezionate e sostenute negli anni.

Work with us

Informati su eventuali posizioni aperte, invia la tua candidatura spontanea e scopri quali sono le caratteristiche dei profili professionali di chi già lavora con noi.

Programma segnalatori

Se operi nel settore life science, c’è una nuova opportunità che ti aspetta. Partecipando al Clariscience Referral Program potrai mettere a frutto economicamente la tua esperienza e la tua rete di contatti.

Desideri avere maggiori informazioni sui nostri servizi?